Pipi: «Punto nascita vittima della politica»

IL PICCOLO (Gorizia) 07/03/2011 – Pipi: «Punto nascita vittima della politica»

«Che il Punto nascita chiuderà lo sanno tutti. La verità è che centrodestra e centrosinistra non hanno il coraggio politico di guidare l’opinione pubblica. Si limitano a inseguirla. E per non perdere voti stanno tutti in silenzio. Esattamente come per i buoni benzina». Ad attaccare è Pietro Pipi dei Radicali. «Pensiamo al caso del bonus-pannolini. È un’iniziativa grottesca ed offensiva. Chi può mai credere che questa trovata possa servire a trattenere a Gorizia il Punto nascita?

Che lo pensi la Romano non mi meraviglia ma che il sindaco e tutta la opposizione le vada dietro è drammatico. I cittadini hanno il diritto di sapere che nella pianificazione sanitaria regionale il Punto nascita di Gorizia già non esiste più. Vogliamo svegliarci! Basterebbe sapere che nè Romoli, nè la Romano hanno alcun potere decisionale in materia. Si chieda piuttosto all’assessore regionale Kosic quante chances ci sono che il Punto nascita resti aperto? Sulla pelle dei cittadini i politici si stanno giocando la loro partita di potere per le amministrative ma così facendo Gorizia non solo perderà il Punto nascita ma perderà anche l’occasione di rafforzare altri servizi».

Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *