Bacio gay, duecento manifesti in centro

IL PICCOLO (Trieste) 05/05/2011 – Bacio gay, duecento manifesti in centro

Sono 200 i manifesti con l’immagine di uno scambio di baci fra omosessuali, sia uomini sia donne, ripresi sotto la bandiera tricolore in occasione dei 150 dell’Unità d’Italia, che saranno diffusi in centro città nell’ambito della campagna nazionale Arcigay per il 17 maggio, scelta come Giornata mondiale contro l’omofobia, organizzata con la collaborazione di Arcilesbica e altre 14 associazioni italiane.

La presentazione è stata fatta ieri dal Circolo Arcobaleno, con il sostegno istituzionale delle Provincie di Trieste e Gorizia e dei Comuni di Trieste, Udine e Monfalcone, alla presenza del candidato sindaco di “Trieste giovane”, Renzo Maggiore, dell’assessore provinciale Dennis Visioli, della consigliera comunale Maria Grazia Cogliati.

Il presidente del Circolo Arcobaleno, Davide Zotti, ha ricordato che «in Italia non esiste una legislazione penale contro la discriminazione né contro gli atti di violenza e di incitamento all’odio basati sull’orientamento sessuale», illustrando «l’importanza di una campagna che intende prevenire e combattere i fenomeni di discriminazione, esclusione e stigmatizzazione di gay, lesbiche e transessuali».

Clara Comelli, in rappresentanza dell’Associazione Radicale Certi Diritti (candidata con Trieste cambia per Cosolini), ha sostenuto l’importanza dell’istituzione del registro delle unioni civili, che non è un atto meramente simbolico, ma, sulla scia di quanto avviene in altri Comuni, può risultare funzionale all´adozione di politiche e di atti non discriminatori». (u. s.)

Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.