Testamento biologico, le associazioni hanno raccolto più di 400 dichiarazioni

IL GAZZETTINO (Udine) 13/01/2012 – Testamento biologico, le associazioni hanno raccolto più di 400 dichiarazioni

(al.pi.) Sono soprattutto donne oltre i 50 anni, le persone che hanno depositato le loro dichiarazioni anticipate di trattamento sanitario, dichiarazioni raccolte in circa un anno di attività dall’associazione Per Eluana e dall’associazione Luca Coscioni assieme alla Chiesa metodista. I dati sono stati resi noti ieri dai rappresentanti delle tre realtà coinvolte: le Dat totali depositate ammontano a 414 (raccolte durante 11 serate organizzate a Udine) di cui il 61% di cittadini udinesi e 37% di persone provenienti da altri Comuni. Il 28% dei documenti è riconducibile ad ultra cinquantenni, cui si aggiungono un 23 per cento di over 60, 20 per cento di over 40, 16 per cento di over 70 e infine 8 per cento di over 30 e il restante 5 per cento di under 30. In netta maggioranza le donne (il 65 per cento).

Ad oggi, i Comuni in provincia di Udine che hanno deliberato l’istituzione del registro delle dichiarazioni anticipate di trattamento sanitario sono 15 (pari all’11%), tra cui Udine e molte amministrazioni della Carnia (Arta Terme, Preone, Cavazzo, Sutrio, Forni Avoltri, Forni di Sotto, Verzegnis, Tarvisio e Paluzza per citarne alcuni). «Non ci aspettavamo nemmeno noi così tante adesioni – hanno commentato Corrado Libra (ass. Coscioni), Cinzia Gori (ass. Per Eluana) e Mirella Manocchio (pastore della Chiesa Metodista di Udine), che hanno presentato i risultati assieme ad Amato De Monte e Giuliano Buttazzoni (ass. Per Eluana) -. Vogliamo ringraziare tutti i cittadini che ci hanno sostenuto e i 3 notai che a titolo gratuito hanno collaborato per la raccolta. Il nostro obiettivo, ora, è che più del 50 per cento dei Comuni friulani istituisca il registro». A gennaio, infatti, partirà una campagna di informazione capillare in particolare verso la Bassa friulana (Cervignano, Fiumicello, Terzo di Aquileia).

Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *