Gorizia – Abbiamo contato gli anni, adesso contiamo i giorni – Blitz radicale

gorizia2

Sabato 17 e Domenica 18 Maggio, a 10 giorni dalla sentenza della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, che sanzionerà per l’ennesima volta il nostro paese per la tortura praticata nei confronti dei detenuti ristretti nelle nostre carceri, l’ Associazione Radicale “Trasparenza è Partecipazione” di Gorizia ha deciso di mandare un forte segnale alle istituzioni ed alla cittadinanza tutta con due azioni nonviolente, esponendo uno striscione di 15 metri davanti al Palazzo del Governo in Piazza della Vittoria, dalla cinta muraria inferiore del Castello e dalla Torre del Castello.

“La sentenza Torreggiani, che scadrà il 28 Maggio 2014, rappresenta l’ennesima infamia per la giustizia e la salvaguardia dei diritti nel nostro paese” – afferma Michele Migliori, segretario dei Radicali di Gorizia – “ La sanzione monetaria che deriverà da questa condanna, verrà riversata direttamente sui cittadini, con un aumento conseguente delle imposte. Chiediamo al Parlamento italiano di votare immediatamente un provvedimento che preveda l’amnistia e l’indulto. I blitz che abbiamo compiuto questo week end a Gorizia” – conclude Migliori – “servono per sensibilizzare la popolazione e le istituzioni al problema carcerario e della giustizia italiana. Abbiamo contato gli anni, adesso contiamo i giorni”.

Michele Migliori
Segretario Associazione Radicale “Trasparenza è Partecipazione” – Gorizia

gorizia3

Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *