I Radicali: «Che fine ha fatto il tfr di Romoli?»

pipi

IL PICCOLO (Gorizia) 05/06/2014 – I Radicali: «Che fine ha fatto il tfr di Romoli?»

L’invito di Pipi: «Il sindaco farebbe bene a utilizzare quei soldi per incrementare i sussidi per la casa»

«Il sindaco Romoli utilizzi il suo tfr per incrementare il fondo sussidi comunali per la casa». Lo chiedono i Radicali di Gorizia, che già 2 anni fa iniziarono una battaglia politica per invitare il sindaco di Gorizia e il presidente della Provincia Gherghetta a non intascare l’indennità di fine mandato che gli sarebbe spettata – tra i 25 e i 30mila euro -, per lanciare un messaggio importante in un momento di crisi economica come quello attuale e dirottare quelle risorse in iniziative importanti e solidali. Per legge, infatti, l’indennità per la fine del mandato di sindaci o presidenti sarebbe finalizzata a sostenerli nel loro “reinserimento” nel mondo del lavoro, dopo l’esperienza politica e amministrativa.

«Ma tanto il sindaco Romoli quanto il presidente Gherghetta sono stati rieletti, e dunque non hanno bisogno di questo supporto – spiega il radicale Pietro Pipi -. Inoltre, per loro fortuna, si tratta di persone che non si trovano senza un lavoro. Ecco il perchè della nostra iniziativa, che continua ancora visto che non abbiamo ricevuto ancora delle evidenze sul fatto che Romoli e Gherghetta abbiano effettivamente accolto l’invito, come avevano pubblicamente promesso ancora due anni or sono». In effetti i Radicali precisano di «non dubitare» del rispetto della parola data da sindaco e presidente della Provincia, ma di voler avere dei riscontri anche per aiutare eventualmente Romoli e Gherghetta ad individuare le modalità migliori per utilizzare le indennità risparmiate.

«Il presidente Gherghetta aveva mostrato pubblicamente una ricevuta che testimoniava una sua donazione di qualche migliaio di euro – spiegano ancora i Radicali -, e ipotizziamo che poi abbia proseguito così anche con il resto delle somme. Va detto però che Gherghetta fu lasciato solo in questa sua decisione, mentre sarebbe stato il Consiglio provinciale a doverlo indirizzare su come utilizzare quei soldi, che non erano suoi ma della comunità tutta». Diverso il caso di Romoli. «Dopo essersi impegnato a non intascare il tfr, non ci ha dato più alcun riscontro, malgrado noi avessimo presentato in proposito tutte le domande possibili e immaginabili – dicono Pipi e Migliori -. Invitiamo dunque l’opposizione a non lasciar cadere la questione, per una semplice ragione di opportunità e trasparenza». Non solo. I Radicali stanno raccogliendo le firme (ne mancano una cinquantina) per presentare quanto prima in Consiglio comunale una petizione, con la quale chiedere al sindaco Romoli di dirottare l’indennità per la fine del suo primo mandato nel fondo per i sussidi comunali per la casa, vista la mole di richieste d’aiuto che continuano ad arrivare in tal senso al Comune.

Marco Bisiach

Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.