«Romoli rinunci all’indennità di fine mandato»

IL MESSAGGERO VENETO (Gorizia) 04/06/2014 – «Romoli rinunci all’indennità di fine mandato»

Raccolta di firme

L’indennità di fine mandato del sindaco Romoli dev’essere destinata all’incremento dei fondi da destinare al Programma dei sussidi comunali per la casa: è la proposta avanzata dai Radicali goriziani…

L’indennità di fine mandato del sindaco Romoli dev’essere destinata all’incremento dei fondi da destinare al Programma dei sussidi comunali per la casa: è la proposta avanzata dai Radicali goriziani appartenenti all’associazione “Trasparenza è partecipazione”.

In sostanza gli esponenti dei partito isontino rilanciano la petizione di iniziativa popolare per chiedere al primo cittadino di approvare un provvedimento al fine di destinare la somma della sua indennità di fine mandato a favore dei concittadini in condizioni di indigenza che fanno fatica a trovare le risorse per pagare l’affitto della propria abitazione. Continuano ad aumentare, a tal proposito, le richieste d’aiuto pervenute al Comune.

«Già nel maggio di due anni fa, durante la campagna elettorale – afferma Michele Migliori, segretario dei Radicali di Gorizia – il sindaco Romoli, uscente e ricandidato, aveva condiviso l’iniziativa politica del Radicale Pietro Pipi, assumendo pubblico impegno di non ritirare l’indennità di fine mandato, volta a favorire il suo reinserimento lavorativo, per via della terribile crisi economica. Tuttavia, una volta eletto, non è giunta nessuna risposta alle numerose richieste rivolte allo stesso Romoli».

Stamane, a partire dalle 9.30, i Radicali dell’associazione “Trasparenza e partecipazione” raccoglieranno le ultime firme necessarie alla presentazione della petizione popolare, con un banchetto davanti al municipio. (ch.se.)

Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.