Referendum sugli ascensori al castello

Referendum ascensore. (Associazione radicale Trasparenza è Partecipazione – Gorizia)

L’associazione radicale di Gorizia ha aderito alla iniziativa del Forum che promuove un referendum consultivo sugli ascensori al castello perchè convinta nel merito ma soprattutto del metodo: promuovere sempre e comunque la partecipazione attiva dei cittadini nelle scelte strategiche del proprio territorio.

Mentre molte libere associazioni e movimenti hanno entusiasticamente aderito alla iniziativa del forum, i partiti della opposizione ” ufficiale” hanno ritenuto di non sostenerla. Dopo le recenti dichiarazioni del Sindaco si impone pero’ una chiara scelta di campo: se il referendum si terra’ e vince il NO cosa faranno pd, idv e altri gruppi presenti in consiglio comunale?

Romoli ha capito che su questo referendum sara’ difficile inventarsi cavilli per non ammettere il quesito e che l’esito del voto referendario potrebbe dimostrare la contrarietà dei goriziani a questa opera inutile e dannosa. Se e’ spiegabile, in termini di apparteneza ad una cultura politica post-fascista e della paura di dover fermare i ” piani di sviluppo” ,che Romoli e parte del centrodestra anticipino che si tirerà dritto con i lavori incuranti di un eventuale voto contrario del tutto inspiegabile sarebbe il silenzio delle cosiddette forze di opposizione.

La democrazia diretta nata con il movimento di Porto Alegre e’ nata proprio per tentare di riavvicinare i cittadini alla politica ed i partiti della sinistra italiana dicono di riconoscersi in questa filosofia. A Gorizia rischia di non essere così. Noi Radicali proponiamo una larga Unione Laica tra tutti quei singoli e movimenti che credono di dover difendere la democrazia non contro Romoli ma a favore della dignità di essere ancora cittadini e non sudditi!

Pietro Pipi Tesoriere Associazione Radicale Trasparenza è Partecipazione – Gorizia

Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.